Nove personaggi in cerca di personalità

Scrivendo storie con più personaggi e punti di vista, capita talvolta di avere delle difficoltà. A volte i personaggi sembrano tutti uguali, o le loro motivazioni e obbiettivi sono incomprensibili. La storia ne fa le spese (e anche l’amicizia. Sentirmi dire da Gloria che i miei due personaggi preferiti erano piatti e noiosi fu una pugnalata al cuore). Il punto è, se qualcuno si prende la briga di fare una critica simile – probabilmente ha ragione.

Che fare in questi casi?

Senza voler andare troppo per il sottile, si può far risalire il comportamento di un personaggio a nove archetipi principali. Attenzione: questa classificazione vi permetterà di dare al vostro personaggio una base solida, ma da sola non basterà a renderlo più che una macchietta. A meno che non vogliate proprio rinunciare al five-man band trope, vi suggerirei di apportare delle modifiche non appena avrete preso un po’ di confidenza con il vostro personaggio.

Ecco a voi l’enneagramma. Ora che l’abbiamo sotto gli occhi tutto diventa più mistico…

Torniamo ai nostri nove archetipi. In questo articolo userò come punto di riferimento l’enneagramma dei tipi psicologici, che evidenzia nove differenti personalità in funzione delle principali tendenze caratteriali, visioni del mondo e attitudini.

 
Tipo istintivo e abitudinario (problema: ira)
Enneatipo 1: Il riformatore

Il riformatore è coscienzioso, con un forte senso di giustizia. La paura di sbagliare lo spinge a seguire le regole alla perfezione.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del suo arco di trasformazione, il Riformatore può essere freddo, rigido, ligio alle regole e pronto a criticare pesantemente chi non segue il suo stesso codice morale.
  2. Quando iniziano i problemi, il Riformatore inizierà a perdere il controllo delle proprie emozioni. Diventerà ancora più ferreo nel punire chi non rispetta le regole, nella convinzione che questo risolverà il problema.
  3. Al termine dell’arco, il Riformatore avrà generato un importante cambiamento nello status quo. Inoltre, avrà appreso che sbagliare non è la fine del mondo e che le regole vanno applicate con elasticità.

Un esempio letterario: Hermione Granger (Harry Potter e La Pietra Filosofale)

Enneatipo 8: Il Leader

Il Leader fa della propria forza un vanto, ama comandare ed è deciso e magnanimo. La sua sicurezza nasconde la paura di essere controllato o emotivamente vulnerabile.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del suo arco di trasformazione, il Leader potrà essere intimidatorio, o persino rabbioso e distruttivo. Il bisogno di controllo lo renderà insensibile ai bisogni degli altri.
  2. Quando iniziano i problemi, il Leader sarà preso dal panico. Invece di affrontare il problema, andrà a nascondersi, rimuginando sul piano che salverà la giornata.
  3. Al termine dell’arco, il Leader avrà imparato a collaborare con gli altri, invece che opporsi ai loro bisogni. Avrà imparato il valore di un compromesso e a prendersi cura delle relazioni importanti.

Un esempio televisivo: Malcolm Raynolds (Firefly)

Enneatipo 9: Il Conservatore

Il Conservatore teme il conflitto e la perdita, ed è attratto dalla pace e dall’armonia tra le persone. È amabile e compiacente.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del suo arco di trasformazione, il Conservatore è pigro, disinteressato al mondo che lo circonda. Preferisce mantenere lo status quo, anche se va contro i suoi desideri personali.
  2. Quando iniziano i problemi, il Conservatore diventa sospettoso, dubbioso, preoccupato. Con la flemma che lo contraddistingue, inizia a credere in una imminente catastrofe. Si convince che, se troverà chi lo aiuti, i suoi problemi saranno risolti.
  3. Al termine dell’arco, il Conservatore avrà imparato che il cambiamento è naturale e che la vita è dinamica. Sarà più interessato a ciò che lo circonda e più incline a intervenire se sorgessero altri problemi.

Un esempio letterario: Bilbo Baggins (Lo Hobbit)

 

Tipo emozionale (problema: tristezza, bisogno di riconoscimento)
Enneatipo 2 – l’Aiutante

L’aiutante è l’amico sincero, generoso e compassionevole. Il desiderio di essere amato lo spinge a rendersi indispensabile agli altri.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del suo arco di trasformazione, l’Aiutante può essersi convinto di essere indispensabile, mentre in realtà si comporta da impiccione; oppure aver aiutato gli altri fino allo sfinimento, in realtà odiandoli per quanto gli chiedono.
  2. Quando iniziano i problemi, l’Aiutante si trasforma da assistente a manipolatore. È certo che, se tutti si comporteranno come da lui richiesto, il problema sarà risolto.
  3. Al termine del proprio arco, l’Aiutante avrà deciso di perseguire le proprie aspirazioni invece che quelle di altri. Avrà anche imparato a chiedere aiuto agli altri con onestà, invece che manipolarli per ottenerlo.

Un esempio letterario: Ronald Weasley (Harry Potter e La Pietra Filosofale)

Enneatipo 3 – Il Vincente

Il Vincente si identifica con i propri successi. È ammirato, ambizioso, sicuro di sé; teme di essere inutile e perciò accumula risultati che confermino il suo valore personale.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del proprio arco, il Vincente può presentarsi arrogante, in costante competizione con i suoi compagni, ossessionato dalla propria immagine.
  2. Quando iniziano i problemi, il Vincente si troverà spossato, sopraffatto dagli impegni. Si convincerà che, se tutte le sue responsabilità spariranno, se ne andranno anche le sue difficoltà.
  3. Al termine del suo arco, il Vincente avrà realizzato che il suo valore è indipendente dai suoi successi. Avrà imparato il valore della cooperazione e attraverso questa avrà scoperto l’importanza di cose che prima non considerava socialmente rilevanti.

Un esempio letterario: Percy Weasley (Harry Potter e La Pietra Filosofale)

Enneatipo 4: L’Artista

L’Artista è guidato dalle sue emozioni: creativo, originale, teme più di ogni altra cosa l’omologazione.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del proprio arco, l’Artista può essere melanconico, tormentato. Se non è timido e riservato, invidia la facilità di una vita all’insegna della normalità, ma non è disposto a scendere a compromessi.
  2. Quando iniziano i problemi, l’Artista si ritroverà sopraffatto dalle emozioni. Cercherà conforto aggrappandosi agli altri.
  3. Al termine del suo arco, l’Artista avrà imparato che la sua individualità non sarà distrutta dal seguire istruzioni e consigli. Avrà accettato le proprie imperfezioni e le parti di sé che ha in comune con gli altri.

Un esempio letterario: Marianne Dashwood (Ragione e Sentimento)

 

Tipo razionale, studioso (problema: paura)
Enneatipo 5: Il Pensatore

Il Pensatore è lo scienziato che desidera ampliare il suo bagaglio di conoscenze, curioso, ricettivo e competente. Risponde alla sua paura di essere inutile agli altri accumulando sapere e informazioni.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del proprio arco, il Pensatore è eccentrico, solitario, ossessionato dalla propria ricerca fino a dimenticare bisogni primari e interazioni sociali.
  2. Quando le cose inizieranno ad andare male, il Pensatore diventerà iperattivo, perdendo il contatto con la realtà. Si convincerà che i suoi problemi saranno risolti non appena avrà scoperto tutto ciò che c’è da sapere su di essi.
  3. Al termine del suo arco, il Pensatore avrà accettato di non essere onnisciente. Sarà uscito dal suo stato di alienazione imparando ad apprezzare l’apporto di altri alla sua ricerca, senza insultarne l’intelligenza o reagire con frustrazione alla loro mancanza di comprensione.

Un esempio letterario: Sherlock Holmes (Il mastino dei Baskerville)

Enneatipo 6: Il Difensore

Il Difensore è la spalla di cui ti puoi fidare: pratico, devoto. La sua paura di rimanere solo lo spinge a seguire fedelmente gli altri.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del proprio arco, il Difensore non è sicuro di sé, crede non di potercela fare da solo. Segue una persona (o un’organizzazione) senza metterne in dubbio l’operato, perché non crede di poter trovare di meglio.
  2. Quando le cose inizieranno ad andare male, il Difensore diventerà competitivo, imprudente, brusco.
  3. Al termine del suo arco, il Difensore avrà acquisito sicurezza in sé stesso. Avrà imparato che rischiare è possibile, e che non sarà abbandonato se le cose non dovessero andare bene.

Un esempio televisivo: Xander (Buffy l’Ammazzavampiri)

Enneatipo 7: L’Avventuriero

L’Avventuriero ama i piaceri della vita. È ottimista, pratico e spontaneo. Teme il dolore e lo combatte cercando di apparire amichevole, entusiasta e divertente.

Esempio di arco di trasformazione:

  1. All’inizio del proprio arco, l’Avventuriero è materialista e impulsivo, focalizzato sulla soddisfazione di bisogni superficiali.
  2. Quando le cose inizieranno ad andare male, l’Avventuriero diventerà esigente, imperioso. Si convincerà che i suoi problemi spariranno se gli aspetti negativi della situazione verranno eliminati.
  3. Al termine del suo arco, l’Avventuriero avrà imparato che la vita va vissuta in tutta la sua pienezza, non soltanto alla ricerca del piacere immediato. Avrà acquisito stabilità e un modo sano di affrontare il dolore.

Un esempio televisivo: Richard Castle (Castle)

 

Ora che vi ho dato qualche idea, non avete più scuse: sedetevi e scrivete!

 

 

About Sephira

Scienziata appassionata di divulgazione, viaggi e scrittura. Affetta da una forma terminale di wanderlust per questo e altri Mondi.

Leave a Reply