Di amazzoni, donne forti ed eroine Young Adult

Il sottogenere fantasy Young Adult viene spesso preso a modello per le sue protagoniste: donne forti e determinate, indipendenti e volitive. In realtà, esse incarnano l’archetipo delle donne amazzoni. Esaminando il destino del personaggio che più di tutte ha incarnato tale archetipo, la regina Pentesilea, attraverso lo sguardo critico dell’autrice Christa Wolf, possiamo individuare delle crepe nella presunta modernità di queste eroine. Il loro annullamento nell’azione di guerra le disumanizza e distrugge. Il loro vissuto non è conciliabile con un’età di pace. Le eroine YA non rappresentano quindi un modello adeguato per un vissuto normale.

Read more

Conosci i tuoi lettori: beta e alpha reader

Con il termine alpha reader identifichiamo il primissimo lettore di un’opera ancora incompleta e acerba. Il compito dell’alpha reader consiste nell’individuare errori logici e di trama, stimolando una discussione con l’autore. Al contrario, un beta reader visiona una versione quasi ultimata del manoscritto, con una conoscenza approfondita del genere di riferimento o dei meccanismi di funzionamento di una storia.

Read more

Aggettivi ricorrenti e altre storie di dissimmetria semantica

Con dissimmetria semantica intendiamo tutti quegli aspetti estranei alla regola grammaticale, alla morfologia e alla sintassi che sono entrati nell’uso comune, in forma di perifrasi, aggettivi, etc. utilizzate esclusivamente per parlare delle donne. La linguista Sabatini individua tre tipologie: polarizzazione semantica di aggettivi e immagini; metafore e similitudini stereotipate; forme di identificazione della donna attraverso l’uomo.

Read more

Dissimmetria grammaticale: intervenire è un’impresa possibile?

Partendo dagli scritti della linguista A. Sabatini, cerchiamo di rispondere alla domanda “è legittimo intervenire in modo artificioso sulla lingua?”. Descriviamo le posizioni di Sabatini, Lepschy e Robustelli, che prendono le mosse da una diversa concezione della natura e del ruolo del linguaggio, per valutare se sia possibile estirpare il sessismo partendo dalla modifica della grammatica.

Read more